Fellowship Program, Community Award e Digital Health Program premiano progetti nelle seguenti aree: HIV, Epatiti virali, Patologie Oncoematologiche (Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare) e Infezioni Fungine Invasive.

 

Chi siamo

Gilead Sciences è una società biofarmaceutica che si occupa della scoperta, dello sviluppo e della commercializzazione di terapie innovative in aree dove i bisogni di assistenza medica non sono soddisfatti.

La missione della società è di migliorare in tutto il mondo la cura dei pazienti affetti da malattie che possono mettere a repentaglio la loro vita.

La sede di Milano è operativa dal 2000 e fornisce sostegno nelle attività scientifiche, di vendita e di marketing per i prodotti Gilead disponibili in Italia.

Gilead Sciences promuove bandi rivolti a premiare progetti, generati da istituzioni pubbliche e private di ricerca e Associazioni di pazienti, aventi valenza scientifica e sociale e mirati ad  ampliare il sostegno e le conoscenze nell'ambito delle seguenti aree terapeutiche: HIV, Epatiti virali, Patologie Oncoematologiche, Infezioni Fungine Invasive.

I progetti inviati dai proponenti sono valutati da una Commissione Giudicatrice che, attraverso criteri oggettivi stabiliti dalla commissione stessa, individua i più meritevoli contribuendo al finanziamento dell'iniziativa.
 

I vincitori del Digital Health 2017

Francesco Faita (Ricercatore principale)
Titolo: Sviluppo di un sistema esperto basato sull’elaborazione di immagini ecografiche per il monitoraggio della progressione dell’infezione da HCV

Area di interesse: Monitoraggio del percorso terapeutico del paziente
Ente: Istituto di Fisiologia Clinica - Consiglio Nazionale delle Ricerche
Motivazioni: Il progetto proposto è meritevole di essere premiato per l'impiego di sistemi decisionali e di altre tecniche in grado di valutare, partendo da immagini ecografiche, il grado di steatosi e quello di fibrosi del fegato associati alla condizione di infezione da HCV
loading...

Adriana Ammassari (Ricercatore principale)
Titolo: DOC@HOME:Progetto pilota per l’impiego della televisita nel monitoraggio della persona con infezione da HIV

Area di interesse: Valutazione dell’efficacia di servizi e strumenti esistenti di Digital Health
Ente: INMI "L. Spallanzani", IRCCS
Motivazioni: Il sistema proposto si distingue particolarmente per la soluzione innovativa adottata al fine di migliorare la comunicazione medico-paziente nello spostamento e le attività assistenziali dall’ospedale a casa del paziente. Particolarmente innovativo risulta essere l’uso di una piattaforma di Medicina Narrativa in un contesto, come quello dell’HIV, particolarmente adatto per verificarne l’efficacia in termini di migliore relazione con il malato.
loading...
 

I vincitori del Fellowship Program 2017

Attilio Guarini (Ricercatore principale)
Sabino Ciavarella, Maria Carmela Vegliante, Simone Ferrero, Antonio Pinto, Angela Maria Quinto (Co-ricercatore)

Titolo: Attivazione dell’enzima “AID” mediata dagli inibitori del BCR: studio di suscettibilità allo sviluppo di instabilità genomica nei pazienti affetti da LLC.

Area di interesse: Area oncoematologica
Settore tematico: Leucemia linfatica cronica o linfoma follicolare: epidemiologia e diagnostica dei pazienti ad alto rischio
Ente: IRCCS-Istituto Tumori "Giovanni Paolo II"
Motivazioni: Progetto clinico di rileivo. Intende migliorare il rapporto tra medico e paziente con LLC lo studio è fattibile, poiché si inserisce nel contesto della rete ematologica lombarda.
loading...

Vincenzo Esposito (Ricercatore principale)
Maurizio D'Abbraccio, Pietro Rosario Annunziata, Busto Adelaide Maddaloni, Raffaella Pennone, Maria Aurora Carleo, Valentina Penta (Co-ricercatore)

Titolo: Ma.S.D.HIV - Malattie sessualmente trasmissibili, comportamenti Sessuali e uso di Droghe nei giovani pazienti HIV-sieropositivi: approccio multidisciplinare per la valutazione clinica, l’intervento terapeutico e la formulazione di nuovo percorso gestionale/assistenziale

Area di interesse: Area HIV
Settore tematico: Educazione e prevenzione del rischio di trasmissione di HIV e delle malattie sessualmente trasmesse
Ente: AO Ospedali dei Colli
Motivazioni: Lo studio ha una buona validità sociale con un buon razionale scientifico analizzando i principali fattori di rischio di trasmissione delle malattie sessualmente trasmesse nella popolazione HIV+ al fine di incentivare comportamenti idonei da adottare al fine di una sessualità senza rischi.
Motivazione etica: Alla perfetta padronanza dei profili etici sul piano procedurale si aggiunge un’interessante illustrazione di carattere teorico su alcune criticità etiche nel settore di studio. Molteplici sono i riferimenti a fonti giuridiche e carte bioetiche. È un testo assai maturo che si discosta considerevolmente dalla media dei contributi sulla sezione etica dimostrando come l’etica sia parte integrante di una buona ricerca e non un’esternalità da affrontare separatamente.
loading...
 

I vincitori del Community Award 2017

Massimo Modesti (Ricercatore principale)
Titolo: Safe Love FilCom - informazione e prevenzione per una sessualità sicura nella comunità filippina della Città di Milano

Area di interesse: Prevenzione e consapevolezza dei comportamenti a rischio
Ente: Associazione A.L.A. Milano Onlus
Motivazioni: Progetto di prevenzione e informazione su HIV rivolto alla comunità filippina di Milano. Ben descritta la situazione del target filippini a Milano, e della scarsa conoscenza sui loro comportamenti in materia di sessualità e HIV. Il progetto prevede collaborazioni con associazioni di filippini un partenariato con il consolato filippino. Interessanti e penetranti le considerazioni sui concetti sociali di conoscenza e fiducia, qui e ora, lontano e vicino e sull'influenza cattolica nelle comunità di filippini in contrasto però con i comportamenti sessuali. Buona l'idea di coinvolgere giovani artisti filippini per elaborare i prodotti e in particolare un videoclip in tre lingue. Bdg forse troppo centrato su personale e quasi nulla attività. Interessante l'idea di conoscere meglio il tema dei giovani filippini a Milano e il loro rapporto con la sessualità. Interessanti in generale i target di intervento di ALA.
loading...

Ileana Zumbo (Ricercatore principale)
Titolo: Più o meno positivi #HIV + - = insieme vinciamo l'AIDS

Area di interesse: Prevenzione e consapevolezza dei comportamenti a rischio
Ente: RESET Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale ONLUS
Motivazioni: Partenariato tra Reset e il Dipartimento Dipendenze di Trieste con l'obiettivo di realizzare una campagna realizzata da giovani per innovare il format della storica manifestazione locale su HIV e renderla partecipativa. Sono previste molte attività: mostre, laboratori radiofonici, video, roadshow, social media. Target Scuole Secondarie di Secondo Grado e Scuole Professionali della Regione Friuli Venezia Giulia, ma anche transfrontaliera (Slovenia). Attività ben descritte e partecipative. Metodologia ben descritta.
loading...

Fellowship Program

Bando di concorso destinato a sostenere l’ideazione e la realizzazione di progetti di natura scientifica e sociale, finalizzati a migliorare l’outcome e la qualità di vita dei pazienti affetti da HIV, Epatiti virali, Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare.

Possono partecipare al Fellowship Program Istituzioni pubbliche e private operanti nei campi della ricerca scientifica o nella cura della salute e Associazioni e Fondazioni di ricerca pubbliche e private aventi come unico scopo la ricerca scientifica.

Community Award Program

Bando di concorso destinato a sostenere l’ideazione e l’effettiva realizzazione di progetti per interventi originali, di utilità diffusa, finalizzati a migliorare la qualità di vita e l’assistenza terapeutica dei pazienti affetti da HIV, Epatiti virali, Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare.

Possono partecipare al Community Award Program Associazioni di Pazienti, Federazioni, Fondazioni e Associazioni di Cittadini.

Digital Health Program

Bando di concorso destinato a sostenere l’ideazione e la realizzazione di progetti di Digital Health, ovvero servizi e strumenti che, attraverso le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) siano finalizzati a migliorare l’outcome, la qualità di vita e l'assistenza terapeutica dei pazienti affetti da HIV, Epatiti Virali, Leucemia Linfatica Cronica e Infezioni Fungine Invasive.

Possono partecipare al Digital Health Program:

- Istituzioni pubbliche e private operanti nei campi della ricerca scientifica o nella cura della salute
- Associazioni e fondazioni di ricerca pubbliche e private, impegnate nelle suddette aree e aventi come unico scopo statutario la ricerca scientifica
- Associazioni di pazienti, Federazioni, Fondazioni e Associazioni di Cittadini aventi per scopo statutario ed effettiva attività prevalente la tutela dei pazienti affetti da HIV, Epatiti Virali, Leucemia Linfatica Cronica e Infezioni Fungine Invasive che siano senza finalità di lucro e che siano state costituite in data anteriore al 1 gennaio 2016.

Hai dei dubbi e vorresti chiederci chiarimenti?

Abbiamo cercato di rispondere alle domande più frequenti nella sezione F.A.Q., ma se non trovi ciò di cui hai bisogno inviaci la tua richiesta attraverso il form. Saremo lieti di risponderti al più presto!