Fellowship Program, Community Award e Digital Health Program premiano progetti nelle seguenti aree: HIV, Epatiti virali, Patologie Oncoematologiche (Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare) e Infezioni Fungine Invasive.

 

Edizioni

La Cerimonia di premiazione

loading...
 
 

Il video della Cerimonia

La Cerimonia di premiazione

 
 

I vincitori del Digital Health 2017

Filippo Turrini (Ricercatore principale)
Titolo: #SalutediGruppo: Facebook come motivatore virtuale per un corretto stile di vita in soggetti HIV+

Area di interesse: Educazione/Empowerment del paziente, del caregiver e dell’HCP
Ente: Università Vita-Salute San Raffaele
Motivazioni: L'approccio altamente innovativo, l'impiego di tecnologie all'avanguardia utilizzate in questo progetto basate sulla comunicazione, dimostrano come idee nate in ambienti lontani da quello della medicina possono trovare anche in questa disciplina possibilità di applicazione. Uno studio pianificato in maniera metodologicamente corretta permette inoltre di misurarne l'efficacia fornendo allo strumento basi scientifiche per un suo impiego a regime.
loading...

Adriana Ammassari (Ricercatore principale)
Titolo: DOC@HOME:Progetto pilota per l’impiego della televisita nel monitoraggio della persona con infezione da HIV

Area di interesse: Valutazione dell’efficacia di servizi e strumenti esistenti di Digital Health
Ente: INMI "L. Spallanzani", IRCCS
Motivazioni: Il sistema proposto si distingue particolarmente per la soluzione innovativa adottata al fine di migliorare la comunicazione medico-paziente nello spostamento e le attività assistenziali dall’ospedale a casa del paziente. Particolarmente innovativo risulta essere l’uso di una piattaforma di Medicina Narrativa in un contesto, come quello dell’HIV, particolarmente adatto per verificarne l’efficacia in termini di migliore relazione con il malato.
loading...
 

I vincitori del Fellowship Program 2017

Nicola Caporaso (Ricercatore principale)
Filomena Morisco, Valentina Cossiga, Silvia Camera, Laura Donnarumma, Federica Morando (Co-ricercatore)

Titolo: Anziani residenti in aree metropolitane di disagio e conviventi con soggetti HCV-positivi: sono categorie a più elevato rischio di infezione da HCV e da sottoporre a screening?

Area di interesse: Area Epatiti B e C
Settore tematico: Popolazioni ad alto rischio per infezione da HBV e HCV: modelli di screening e linkage to care
Ente: Università di Napoli "Federico II"
Motivazioni: Progetto meritevole per razionale ed originalità. Meritano, in particolare, di essere segnalati la buona metodologia dello studio e la ottima gestione delle criticità etiche.
loading...

Vincenzo Esposito (Ricercatore principale)
Maurizio D'Abbraccio, Pietro Rosario Annunziata, Busto Adelaide Maddaloni, Raffaella Pennone, Maria Aurora Carleo, Valentina Penta (Co-ricercatore)

Titolo: Ma.S.D.HIV - Malattie sessualmente trasmissibili, comportamenti Sessuali e uso di Droghe nei giovani pazienti HIV-sieropositivi: approccio multidisciplinare per la valutazione clinica, l’intervento terapeutico e la formulazione di nuovo percorso gestionale/assistenziale

Area di interesse: Area HIV
Settore tematico: Educazione e prevenzione del rischio di trasmissione di HIV e delle malattie sessualmente trasmesse
Ente: AO Ospedali dei Colli
Motivazioni: Lo studio ha una buona validità sociale con un buon razionale scientifico analizzando i principali fattori di rischio di trasmissione delle malattie sessualmente trasmesse nella popolazione HIV+ al fine di incentivare comportamenti idonei da adottare al fine di una sessualità senza rischi.
Motivazione etica: Alla perfetta padronanza dei profili etici sul piano procedurale si aggiunge un’interessante illustrazione di carattere teorico su alcune criticità etiche nel settore di studio. Molteplici sono i riferimenti a fonti giuridiche e carte bioetiche. È un testo assai maturo che si discosta considerevolmente dalla media dei contributi sulla sezione etica dimostrando come l’etica sia parte integrante di una buona ricerca e non un’esternalità da affrontare separatamente.
loading...
 

I vincitori del Community Award 2017

Ileana Zumbo (Ricercatore principale)
Titolo: Più o meno positivi #HIV + - = insieme vinciamo l'AIDS

Area di interesse: Prevenzione e consapevolezza dei comportamenti a rischio
Ente: RESET Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale ONLUS
Motivazioni: Partenariato tra Reset e il Dipartimento Dipendenze di Trieste con l'obiettivo di realizzare una campagna realizzata da giovani per innovare il format della storica manifestazione locale su HIV e renderla partecipativa. Sono previste molte attività: mostre, laboratori radiofonici, video, roadshow, social media. Target Scuole Secondarie di Secondo Grado e Scuole Professionali della Regione Friuli Venezia Giulia, ma anche transfrontaliera (Slovenia). Attività ben descritte e partecipative. Metodologia ben descritta.
loading...

Marinella Zetti (Ricercatore principale)
Titolo: Partner sierodiscordante: eccezione o normalità?

Area di interesse: Educazione per chi si prende cura del paziente - home-based care
Ente: Asa-Associazione Solidarietà Aids Onlus
Motivazioni: Progetto continuazione di quello dello scorso anno sui long term survivors, per il quale esiste una pubblicazione veramente ben fatta, e che mette qui l'accento su partner discordante per comprendere se questa situazione sia "entrata nella norma o percepita come evento eccezionale o pericoloso". Obiettivo: diffusione messaggio che relazione con sieropositivo è possibile. Si tratta prevalentemente di progetto di raccolta dati quantitativi e qualitativi, per capire la qualità della vita delle coppie discordanti, per diffondere le interviste. Le attività sono appunto prevalentemente interviste per raccolta dati e pubblicazione risultati sul loro giornale e sito. Buona l'esperienza del proponente.
loading...

Fellowship Program

Bando di concorso destinato a sostenere l’ideazione e la realizzazione di progetti di natura scientifica e sociale, finalizzati a migliorare l’outcome e la qualità di vita dei pazienti affetti da HIV, Epatiti virali, Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare.

Possono partecipare al Fellowship Program Istituzioni pubbliche e private operanti nei campi della ricerca scientifica o nella cura della salute e Associazioni e Fondazioni di ricerca pubbliche e private aventi come unico scopo la ricerca scientifica.

Community Award Program

Bando di concorso destinato a sostenere l’ideazione e l’effettiva realizzazione di progetti per interventi originali, di utilità diffusa, finalizzati a migliorare la qualità di vita e l’assistenza terapeutica dei pazienti affetti da HIV, Epatiti virali, Leucemia Linfatica Cronica e Linfoma Follicolare.

Possono partecipare al Community Award Program Associazioni di Pazienti, Federazioni, Fondazioni e Associazioni di Cittadini.

Hai dei dubbi e vorresti chiederci chiarimenti?

Abbiamo cercato di rispondere alle domande più frequenti nella sezione F.A.Q., ma se non trovi ciò di cui hai bisogno inviaci la tua richiesta attraverso il form. Saremo lieti di risponderti al più presto!